Ginevra

Piemonte D.O.C. Barbera frizzante

I VANTAGGI DEL TERROIR SUL VINO

Le condizioni pedoclimatiche e soprattutto l’escursione termica dei vigneti di Loazzolo apportano al vino freschezza gustativa, mineralità e note di frutta fresca.

 

UVE IMPIEGATE

Prodotto con uve aziendali Barbera 100%. Vigneti di pertinenza siti prevalentemente nel comune di Loazzolo e in parte nel comune di Calamandrana.

 

VINIFICAZIONE

L’uva viene raccolta a mano a completa maturazione, diraspata e pigiata delicatamente. La fermentazione del mosto avviene in vinificatori verticali, ad una temperatura controllata di 26° - 28° C. Il tempo di macerazione è di 8 - 10 giorni, dopo di che il vino viene separato dalle vinacce e conservato in recipienti di acciaio inox per la fermentazione malolattica. Al termine della fermentazione malolattica il vino viene messo in autoclave per la presa di spuma e l’imbottigliamento.

 

CARATTERISTICHE DEL VINO

Colore rosso rubino con bei riflessi viola,appena versato sviluppa una spuma rosa, fine e molto piacevole. Il naso è fruttato, intenso, caratteristico. In bocca è asciutto, leggermente tannico con una freschezza esaltata dalla leggera frizzantezza che lo rende gradevolmente beverino.

 

ABBINAMENTI

Ideale con paste asciutte, primi con sughi, bolliti e carni bianche o come stuzzicante aperitivo.

 

RESA IN QUINTALI

70 per ettaro

 

VIGNETI

5000 ceppi/ettaro

 

ETA’ MEDIA

15 anni

 

ANALISI DEL VINO DOPO L'IMBOTTIGLIAMENTO

Piemonte DOC Barbera

Alcol distillazione: 13,14 % vol.

Zuccheri riduttori: 4 g/l

Acidità totale: 5,10 g/l

PH: 3,59

Acidità volatile: 0,32 g/l

Esposizione

N NE E SE S SO O NO

%Vol

13

Temperatura di servizio

14 - 16° C

Asciutto, leggermente tannico con una freschezza esaltata dalla leggera frizzantezza che lo rende gradevolmente beverino.

ABBINAMENTI

Ideale con paste asciutte, primi con sughi, bolliti e carni bianche o come stuzzicante aperitivo.

Il Vigneto “Irripetibile”
La "Vela", il vigneto del pinot nero di Loazzolo

11.000 barbatelle ad ettaro: una densità straordinaria per il pinot nero messo a dimora nel 2007 (in Italia e in Francia un vigneto è considerato intensivo già a 4.500 viti per ettaro). Un’intensità tale da indurre la pianta a ridurre la parte “verde” e concentrare nell’acino tutte le sue essenze.

Continua
Il Moscato di Loazzolo
La vendemmia “tardiva” del Moscato di Loazzolo

L'uva prodotta deve essere vendemmiata tardivamente per ottenere una grande gradazione zuccherina (14-15° alla vendemmia) e lasciata appassire per alcuni mesi, su graticci di canne in un apposito locale denominato fruttaio; attaccata dalla muffa nobile, viene successivamente selezionata a mano.

Continua
L’anfiteatro naturale
Borgo Isolabella in Loazzolo

Undici ettari di vigna giacciono immersi nei boschi, abbarbicati su ripidissimi pendii così splendidamente esposti, in un equilibrio ambientale talmente particolare da potersi dire unico.

Continua